Le accuse della Lega Araba: "Israele ha iniziato le violenze, l'Onu intervenga"

Il segretario generale Ahmed Abul-Gheit: "Nelle ultime settimane non vi è stato un singolo incidente in cui le violenze siano state iniziate da parte palestinesi"

Ahmed Aboul-Gheit

Ahmed Aboul-Gheit

globalist 11 maggio 2021

Gli scontri che hanno colpito Gerusalemme nelle ultime settimane, per ora in prevalenza bombardamenti e lanci di razzi, sono le peggiori dai tempi dell’ultima guerra combattuta fra i gruppi armati palestinesi e Israele.

Una situazione che richiede un intervento da parte di organi superiori.

"Nelle ultime settimane non vi è stato un singolo incidente in cui le violenze siano state iniziate da parte palestinese, non c'è stato un singolo incidente in cui i palestinesi abbiano iniziato le provocazioni e l'escalation".

Così il segretario generale della Lega Araba, Ahmed Abul-Gheit, ha accusato Israele e le sue "politiche irresponsabili" per l'escalation di violenza, chiedendo al Consiglio di Sicurezza dell'Onu di intervenire.

"E' la forza occupante che ha il potere militare e il controllo de facto ed è la stessa forza che ha iniziato le violenze e la provocazione", ha aggiunto Abul-Gheit durante una riunione, in videoconferenza, della Lega.

 "Quello a cui stiamo assistendo è, francamente e chiaramente, una provocazione da parte delle forze di occupazione israeliana che hanno preso di mira il luogo più sacro islamico durante il mese più sacro per i musulmani", ha aggiunto il segretario generale della Lega Araba riferendosi al mese del Ramadan che si chiude questa settimana.