Dombrowski vince la quarta tappa, De Marchi è la nuova maglia rosa

Sotto la pioggia battente dell'Emilia, cambia la maglia rosa, che va sulle spalle di De Marchi (per la prima volta in carriera). Vince Dombrowski, ma attaccano Landa e Bernal. Nibali già in difficoltà

Dombrowski vince la quarta tappa del Giro d'Italia 2021

Dombrowski vince la quarta tappa del Giro d'Italia 2021

Globalsport 11 maggio 2021Globalsport

Ci si apettavano sorprese e sorprese sono arrivate nella quarta tappa del Giro d’Italia, i 187 km da Piacenza a Sestola.

La tappa era di quelle impegnative, con le salite finali a scremare il gruppo, che perde subito contatto e lascia spazio alla fuga.

Joe Dombrowski si è così aggiudicato la quarta tappa del Giro d’Italia 2021. Il corridore della Uae Team Emirates ha coronato la fuga di giornata, staccando uno alla volta gli altri attaccanti per poi involarsi da solo verso il successo finale. Lo statunitense ha avuto ragione di Alessandro De Marchi (Israel Start-Up Nation), ultimo ad arrendersi sull’ultima ascesa e secondo al traguardo.

La bella notizia è che il friulano balza in testa alla classifica generale e indossa la Maglia Rosa.

Terzo posto di giornata invece per Filippo Fiorelli (Bardiani-CSF-Faizanè), gran combattente tra gli attaccanti.
Tra gli uomini di classifica, sugli scudi Mikel Landa (Bahrain Victorious) ed Egan Bernal (Ineos Grenadiers), all’attacco sull’ultima salita insieme a Giulio Ciccone (Trek-Segafredo) e poi Aleksandr Vlasov (Astana-Premier Tech) e Hugh Carthy (Ef Education-Nippo). Questi cinque uomini hanno guadagnato 11″ sugli altri big, mentre Remco Evenepoel (Deceuninck-QuickStep), Simon Yates (Team BikeExchange) e Romain Bardet (Team Dsm) perdono una decina di secondi, con Vincenzo Nibali (Trek-Segafredo) che paga invece poco più di mezzo minuto, mentre decisamente più pesante il ritardo di George Bennett (Jumbo-Visma) e Joao Almeida (Deceuninck-QuickStep).

Partita sotto una pioggia battente, la tappa parte subito ad altissima intensità grazie all’attacco di Victor Campenaerts (Qhubeka – Assos) e Quinten Hermans (Intermarché-Wanty-Gobert).

I due riescono subito a guadagnare una dozzina di secondi, mentre alle loro spalle si susseguono numerosi tentativi, puntualmente rintuzzati dal gruppo, che prosegue così a scatti.

I primi venti chilometri scorrono velocissimi sotto le ruote della coppia di testa, che con grande caparbietà resiste alle accelerazioni alle loro spalle, conservando costantemente un vantaggio attorno ai venti secondi mentre il gruppo riprende regolarmente tutti gli altri tentativi alle loro spalle.


Oggi quarta tappa del Giro d’Italia, partenza da Piacenza con arrivo a Sestola.


Previsti 187 Km per la giornata di oggi con la maglia Rosa sempre sulle spalle di Filippo Ganna, pronto a dare battaglia a tutti i suoi avversarsi per continuare a credere nell’impresa.
In classifica, nelle prime 10 posizioni, troviamo 4 italiani in 32 secondi, Moscon, Bettiol e Ulissi accompagnano proprio Ganna.
La maglia Rosa è insidiata da vicino dal norvegese Tobias Foss, a soli 16 secondi dall’italiano.
Vedremo quest’oggi chi riuscirà a dare uno strappo, in una tappa apparentemente non troppo difficile.