Renzi, acredine continua: "Bello vedere che siamo passati da Casalino a Draghi"

Nonostante l'esecutivo Draghi sia in carica da tempo il leader di Italia Viva continua a bersagliare Conte: forse c'è qualcosa di personale

Matteo Renzi

Matteo Renzi

globalist 21 giugno 2021
Per Renzi il due Conte-Casalino è diventato un'ossessione personale più che una questione di divergenza politica e di pensiero, data l'insistenza con la quale li nomina (negativamente) nei suoi discorsi.
"Draghi è un fuoriclasse della politica italiana.
Draghi e Colao sono punti di riferimento della politica. E' molto bello vedere che siamo passati da Casalino a Draghi e Colao". Lo ha detto Matteo Renzi in occasione di un incontro su Facebook con Vittorio Colao per la 'Primavera delle idee' di Italia viva.
La prossima pandemia sarà cyber
La prossima pandemia sarà un attacco cyber. La pandemia è un'altra cosa, ma una crisi globale che non può essere fermata da un singolo operatore, perchè il mondo è senza frontiere, è un attacco cyber". 
"E' già successo negli Stati Uniti, in Irlanda e, in piccolo, nei nostri sistemi. Io penso sia molto importante il fatto che parlare di cyber sicurezza non sia una cosa futuribile ma un elemento chiave già oggi -ha spiegato il leader di Iv-. Tutti abbiamo nel telefonino il conto corrente o la domotica per aprire il cancello di casa, è un modello di vita".
Per Renzi, "per le aziende 4.0 se non hai la cyber sicurezza i processi produttivi sono messi in difficoltà da un attacco cyber. Per questo ciò che viene fatto dall'Agenzia di cyber sicurezza deve essere fatto fuori da ogni controllo partitico come in passato veniva immaginato".